Piccolo Hotel Enzo il Negro Home
Lipari, IT 10 C
English
You can use WPML or Polylang and their language switchers in this area.

Nei dintorni dell’hotel

Esplora le bellezze che circondano il piccolo hotel Enzo il Negro Home, tanti itinerari tutti da scoprire che ti riempiranno gli occhi e lo spirito di stupore.

Acropoli denominata il Castello (10 min a piedi)

Arrivando a Lipari si nota subito il Castello, su una cupola di lava vulcanica alta circa 50 metri, e circondato da mura risalenti all’età spagnola. Oltre al Museo Archeologico Luigi Bernabò Brea, è possibile visitare la sezione di vulcanologia delle Isole Eolie, gli scavi con i resti di capanne di etè preistorica, il bothros di Eolo (un pozzo sacro di età greca), e le strade risalenti all’età romana.

Cattedrale di San Bartolomeo (10 min a piedi)

All’interno della cattedrale di San Bartolomeo si può visitare il chiostro di età normanna. Scendendo nella città è possibile visitare il Parco Archeologico di contrada Diana, con mura di origine greca e resti di case di età romana.


Nel museo sono esposti corredi funerari, una collezione di maschere teatrali della tragedia e commedia greca ritrovati nella necropoli greco-romana.

Tholos di San Calogero (a 10 km dal B&B)

Presso Piano Conte, nella tholos di San Calogero costruito durante l’età del Bronzo è presente una sorgente termale di acqua calda sfruttata anche all’epoca dei Greci e dei Romani.

L’isola di Lipari

Lipari è stata modellata da ben dodici vulcani e presenta un suolo geologicamente interessante; i suoi abitanti da sempre hanno saputo sfruttare i materiali delle colate laviche: ossidiana e di pomice.

Gli empori di ossidiana e di pomice si fanno risalire all’età del bronzo, i tipi di abitazioni e i prodotti ritrovati da scavi archeologici testimoniano come già nel XVI sec. a.C. gli eoliani, esperti navigatori avessero contatti con le popolazioni greche e romane.

Trekking sull’isola di Lipari

La vetta pià alta di Lipari è monte Chirica (602 m), di poco più basso il Monte Sant’Angelo e Monte Rosa, Monte Guardia, Monte Giardina, Monte Timpani, Monte Pelato, tutti vecchi vulcani spenti; per benefiche sorgenti termali Monte San Calogero con terme risalenti al 1867.

In Estate il mare e le sue numerose grotte sono la meta preferita dei turisti.

Richiedi una quotazione

Condividi la tua esperienza
Come posso aiutarti?